MotoGP, il casco di Valentino Rossi all’asta: si punta a salvare la prof. Luisa

Pubblicato il: 28 Marzo 2019

Casco di Valentino Rossi all’asta per la professoressa malata di cancro. Una bella azione quella del pilota di Tavullia che vuole aiutare Luisa Stracqualursi una docente dell’Università di Bologna che sta lottando contro un carcinoma infiltrante con metastasi, in stadio avanzato.

Casco di Valentino Rossi all’asta per la prof. Luisa

I suoi studenti non vogliono perdere la loro prof. Stracqualursi, tanto da lanciare la raccolta fondi online per permettere a Luisa di effetturare una cura sperimentale negli Stati Uniti. Si tratta di una cura che ha già dato la vita e anche la speranza ad altri, e che ora si punta a ridare anche alla docente che tra Italia e Europa ha tentato ogni cura possibile.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

⬆️ SCORRI GLI OGGETTI QUI ⬆️ ✅ ASTA BENEFICA SU EBAY ✅ ➡️ WWW.LUISAVIVE.IT Un nuovo modo per sostenere la causa #LuisaVive è quello di acquistare uno degli oggetti messi all’asta su @ebay_it grazie all’aiuto di Una Goccia per il Mondo onlus, @eron_artist , @valentinorossi46._ – @rossi_vr46official , @sic58squadracorse , Paolo Simoncelli e @patriziazelano . . . . #astabenefica #astabeneficenza #dono #eron #noprofit #donation #contemporaryart #painting #spraypaint #artwork #canvas #artcollectors #art #valentinorossi #valerossi #tatsukisuzuki #patriziazelano #photography #simoncelli #sic58 #moto3 #vr46 #motogp #valentinorossi46 #thedoctor46 #vale46 @tatsuki_suzuki_24

Un post condiviso da Luisa Stracqualursi Vive (@luisa.vive) in data:

Tanti i fondi raccolti dalla campagna di crowfunding “LuisaVive”, al quale ha deciso di partecipare anche Valentino Rossi. Il pilota di Tavulli ha infatti donato e messo all’asta per più di 8000 euro un suo casco con tanto di autografo. Si tratta del caso utilizzato dal Dottore durante i test invernali della stagione 2015.

Casco di Valentino Rossi all’asta, la solidarietà degli altri sportivi

Il gesto di Valentino Rossi, non è l’unico che arriva dal mondo delle moto. Infatti il Dottore è stato seguito anche da altri protagonisti delle due ruote. Anche il team SIC58 di Paolo Simoncelli, papà del compianto Marco Simoncelli, insieme al suo paddock, che ha donato diversi gadget autografati da Tatsuki Suzuki pilota che gareggia nella Moto 3. Anche Antonio Giovinazzi, pilota di Formula 1 della Alfa Romeo Racing ha partecipato circa un mese fa raccolta fondi.

In che modo? Ha organizzato infatti una gara di solidarietà per la prof. Luisa con la Rimini Football Club, che il prossimo 17 maggio si renderà protagonista di una partita partita del cuore, il cui ricavato sarà devoluto interamente al crowfunding per Luisa. Fondi che si sommano a quelle delle normali persone, e che ammontano a circa 200.000 euro. L’obiettivo è quello di raggiungere quota 500.000: Manca ancora tanto, ma chissà che tutti questi campioni non riescano a regalare una speranza per Luisa.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: