Bugatti Chiron Sport, ancora più leggera e rapida la sportiva francese

Pubblicato il: 13 marzo 2018

Migliorate le prestazioni rispetto al modello precedente con la Bugatti Chiron Sport che è stata alleggerita di 18 kg ed è più veloce anche nei tratti guidati

E’ stato uno dei modelli più esclusivi, veloci e prestazionali di sempre, raggiungendo numeri davvero incredibili. In casa Bugatti però hanno pensato come migliorare questo particolare modello, lavorando soprattutto sull’handling. La nuova Bugatti Chiron Sport, presentata al Salone di Ginevra 2018, moostra i suoi miglioramenti circa la guidabilità, di una vettura che ora risulta molto più veloce e rapida nel tratto misto, nelle diverse curve soprattutto in quelle più strette.

Una guida che vede una migliore massa e motricità: abbassata di parecchio la prima, aumentata invece la seconda. Lo confermano i numeri fatti registrare a Nardò, sul Handling Track, tracciato lungo 6200 metri, la nuova Chiron Sport ha girato con ben 5” più veloce rispetto alla versione base. Rapidità dovuta anche alla riduzione del peso di circa 18 kg: la massa è stata abbassata con interventi sulle ruote, con l’utilizzo di fibra di carbonio – intervento sulla cover dell’intercooler, le barre stabilizzatrici e il braccio tergivetro – oppure con l’alleggerimento del vetro posteriore.

Bugatti Chiron Sport, meno massa più velocità

Si tratta di un pezzo unico, con molti elementi dell’articolazione integrati, tra cui spiccano anche i nuovi terminali in alluminio stampati in 3D e successivamente incollati alle pelli di carbonio. Anche questo si presenta alleggerito, che risulta essere più leggero del 77% rispetto ad un braccio standard di Bugatti Chiron, circa 1,4 kg in meno. Ai numerosi elementi più leggeri, la nuova Chiron Sport risulta essere più veloce, soprattutto nei tratti di strada più sinuosi, grazie alla presenza sulla vettura di un differenziale posteriore completo di Dynamic Torque Vectoring.

Handling migliorato che tocca anche lo sterzo che beneficia di una particolare taratura del servosterzo. Questo si lega con gli ammortizzatori, che sono molto più rigidi del 10%. Una scelta che si ripercuote sul comfort della vettura, ma che in cambio regala un assetto ancor più frenato per quanto concerne i trasferimenti di carico. Accorgimenti che diventano effettivi nel caso in cui il selettore della modalità di guida, viene settato sulla voce Handling.

Bugatti Chiron Sport, che prezzo: 3 milioni per la sportiva francese

restano uguali come la versione base, i 1.500 cavalli del propulsore W16, con il numero che presenzia ed è visibile sulla calandra, rendendolo così uno dei particolari estetici distintivi della versione Sport. A questo di aggiungono i nuovi terminali di scarico rotondi e la possibilità di scegliere tra quattro colorazioni duo-tone. Una sportiva davvero unica che i fortunati potranno averla al prezzo di 2 milioni e 650 mila euro, senza però qualsiasi personalizzazione – i colori Individual insieme alle finiture interne a scelta – che sono scontate su ogni supercar.

Il particolare esemplare che la casa francese ha esposto a Ginevra, si presenta nella speciale colorazione duo-tone Italian Red, ed ha un riferimento pari a 2 milioni e 980 mila euro per questa versione. Guardando gli interni, si può notare come nella Chiron Sport a differenza della versione base, c’èun volante in pelle scamosciata, dei pulsanti neri anodizzati, il particolare logo Sport che presenza nelle soglie d’accesso e il pulsante di avviamento che per questa versione è stato modificato. Tutto questo è fissato in un abitacolo che vede primeggiare Alcantara, pelle e fibra di carbonio a vista.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: