Alpine Grand Prix: un’esperienza unica con la nostra Ferrari 458 Speciale

130 chilometri tra le montagne, per un evento unico nel suo genere. Noi c’eravamo!

Qualche settimana fa abbiamo partecipato all’Alpine Grand Prix, un evento unico nel suo genere: un gruppo di supercar e auto sportive a spasso per le strade montane tra Courmayeur, Colle del Piccolo San Bernardo, Val-d’Isère, Col de l’Iseran e lago di Moncenisio. Paesaggi mozzafiato che lasciavano a bocca aperta, per una carovana di auto tutta da fotografare. 130 chilometri di percorso, 19 vetture tra cui Porsche 996 GT3, 991 GT3 RS, 944, Lotus Exige Sport 350, Lancia Delta Integrale, Mazda MX-5, Toyota GT86,Nissan GTR una Corvette C3 e ovviamente noi con la nostra splendida Ferrari 458 Speciale .

Una giornata soleggiata e meravigliosa, che ci ha fatto riappacificare con la natura e i maestosi paesaggi alpini, per un evento organizzato per il primo anno da Auto Class Magazine e che anche l’anno prossimo vedremo di non lasciarci sfuggire.

L’Alpine Grand Prix è un nuovo format che siamo sicuri otterrà un successo strepitoso visto che il tour si snoda tra le strade più belle d’Europa e gli equipaggi a bordo delle loro fiammanti auto non vedevano l’ora di mettersi alla prova sui tornanti alpini. Si tratta di un itinerario diviso in tre appuntamenti e che offre un’esperienza originale e unica.

La prima tappa è stata il Colle del Piccolo San Bernardo dove ci siamo fermati per il primo checkpoint per immortalare la maestosa cornice, poi ci siamo diretti verso la Val-d’Isère, ancora in attesa delle prime nevicate.

Ovviamente non è mancato lo spettacolo, ci siamo divertiti a spingere la Ferrari 458 Speciale e la Nissan GT-R sui tornanti, ben accompagnati tra l’altro dai nostri fedeli compagni di viaggio, che si sono cimentati con auto meno potenti e agili. Arrivati al Col de l’Iseran, a quota 2.764 metri, abbiamo notato che la neve iniziava a fare capolino ai bordi della strada e ci siamo quindi rituffati a valle in direzione Bonneval-sur-Arc e lago di Moncenisio dove il percorso era più idoneo a sfoggiare tutti i cavalli delle auto che fremevano sotto il cofano.

Una gioia per gli occhi, una giornata che non dimenticheremo facilmente, che ci ha nutrito il cuore e ci ha fatto affrontare strade meravigliose a bordo delle nostre incredibili auto. Siamo pronti per la prossima avventura!

 


Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

TAG: