Alex Zanardi non smette mai di stupire: quinto in DTM correndo senza protesi

Pubblicato il: 29 agosto 2018

Il pilota ha corso sulla BMW M4 con uno speciale sistema di guida riuscendosi a classificare quinto: “Sono molto felice” ha detto.

Ormai siamo abituati a narrare le splendide vicende di cronaca che vedono protagonista Alex Zanardi. Il pilota e oro paralimpico infatti sembra non voler smettere mai di stupire e lo scorso weekend si è messo alla guida della BMW M4 nel DTM (campionato turismo tedesco) guidando senza le sue protesi. I tecnici infatti gli hanno predisposto un particolare sistema di guida che gli permetteva di governare tutto tramite le braccia. Il risultato? Alla prima gara del sabato Zanardi si è piazzato tredicesimo, prendendo le misure e non nascondendo un po’ di delusione ma nella notturna di domenica Zanardi è arrivato quinto. Un risultato sorprendente e incredibile che lo ha riempito di gioia: “Non potete farmi questi scherzi, ho una certa età” ha detto al team radio che gli aveva comunicato lo splendido piazzamento. E così al circuito Marco Simoncelli di Misano Adriatico tutto il pubblico si è alzato in piedi per un’ovazione tutta dedicata a Zanardi, visibilmente emozionato. “Il quinto posto è il premio di questo intero weekend. Sono molto felice di aver raggiunto questo risultato alla mia età, non avrò molte altre occasioni per festeggiare risultati di gara come questo” ha detto nel dopo gara. “Sono molto grato che BMW Motorsport mi abbia dato questa opportunità. Hanno sempre creduto che ce la potessi fare. Questa fiducia è un grande dono e sono felice di essere stato capace di ripagarla. Grazie mille anche alla famiglia del DTM, per avermi accolto a braccia aperte. Questo weekend conserverà sempre un posto nel mio cuore. Mi ci sono voluti 51 anni per fare questa esperienza, ma almeno ne ho avuta la possibilità” ha rivelato il pilota.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: